PostHeaderIcon Les Images - Night on Earth

 

Les Images - Night on Earth

"Nocturnes - Berceuses - Reveries” - Musica dimenticata con Barbara Luisi e Alessandro Taverna

Mercoledì 18 luglio 2018 alle ore 18.00 l'Auditorium della Fondazione Paolo Grassi ospiterà in anteprima assoluta la presentazione del nuovo disco di Barbara Luisi (violino) e Alessandro Taverna (pianoforte), dal titolo Les Images - Encore!”.

Una raffinata selezione di nocturnes, berceuses e reveries per violino e pianoforte. Musica rara, se non addirittura dimenticata, di Faurè, Roslavets, Cyril Scott, Reger, Lilli Boulanger, Debussy, Pick-Mangiagalli e molti altri compositori più e meno noti.

Nel corso della serata saranno eseguiti dal vivo alcuni dei brani contenuti nel disco e saranno esposte e videoproiettate fotografie di Barbara Luisi appartenenti alla collezione "Night on Earth", che raccoglie scatti notturni in diversi paesi del mondo, da Parigi a Tokio, da Hualalai (Hawaii) a Venezia, passando per New York, Firenze e Bangkok. Françoise Gaillard scrive a proposito del progetto: "These familiar cities, these streets and monuments, we know them and yet we do not recognize them... these are the silent nights of Barbara Luisi, nights of magic and the re-enchantment of the world."

[Ingresso libero]

*************
Barbara Luisi è nata a Monaco di Baviera, vive e lavora tra New York, Zurigo e Camogli (GE). Violinista dall’età di nove anni, dopo il diploma alla Munich Arts and Music Highschool ha proseguito gli studi presso la Hochschule für Musik und Theater di Monaco. Ha suonato in importanti orchestre europee quali la Munich Philharmonic, l’Orchestre du Capitole de Toulouse e la Bayerische Staatsoper ed è stata Primo Violino nel Pocci String Quartet. Affascinata dalla camera oscura, a 17 anni ha iniziato ad interessarsi alla sperimentazione fotografica. La ritrattistica, spesso associata al teatro e alla musica, è tra i generi che predilige, insieme a nudo, still life e notturni. Ha studiato e lavorato con i fotografi Eikoh Hosoe, Art Streiber, Michael Grecco e Jock Sturges.
Tra le mostre personali recenti: 2018 - Akt. Ageless beauty. Fotografie di Barbara Luisi, Roonee 247 fine arts gallery, Tokyo (lecture all’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo) (a cura di M. De Leonardis); 2017 - The Spiritual South, Quick Art Center - St. Bonaventure University, New York; Akt #2 – Fotografie di Barbara Luisi, Project Room Digimedia, Martina Franca (a cura di M. De Leonardis); Akt – Fotografie di Barbara Luisi, Palazzo Vernazza, Lecce (a cura di M. De Leonardis); 2016 - Fragilità, Acta International, Roma (a cura di M. De Leonardis); Vita Aeterna, Isaia, New York; 2015 - Florence after Nightfall, Teatro dell’Opera, Firenze; Dreamland, Glorietta gallery, Beirut; Night on Earth, NYU University, New York; 2014 - ŒUVRES RÉCENTES, Maison Européenne de la Photographie, Parigi; Night and Nude, galleria Emmeotto, Roma; Dreamland, Auditorium Fondazione Paolo Grassi, Martina Franca.
È autrice dei libri fotografici: Nude Nature (Böhlau, 2008); Glühende Nacht (Böhlau, 2008); Pearls, Tears of the Sea (Böhlau, 2011); Dreamland (Contrasto, 2014); Akt. Fotografie di Barbara Luisi (edizione limitata/ Tipografia Aquaro, 2017).

Alessandro Taverna, pianista. Indicato dalla critica musicale inglese come “successore naturale del suo grande connazionale Arturo Benedetti Michelangeli” (The Independent), Alessandro Taverna possiede una creatività musicale capace di “far sorgere un sentimento di meraviglia come una visita alla sua nativa Venezia”.
Si è imposto a livello internazionale con il Concorso Pianistico di Leeds nel 2009, dopo le significative affermazioni nei concorsi pianistici di Londra, Hamamatsu, il “Busoni” di Bolzano, il Premio Venezia, il Premio Arturo Benedetti Michelangeli: da allora la sua carriera ha conosciuto una costante crescita che lo ha portato ad esibirsi per le più importanti istituzioni musicali, come Musikverein di Vienna, Teatro alla Scala e Sala Verdi di Milano, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro La Fenice di Venezia, Teatro Pavarotti di Modena, Auditorium Parco della Musica di Roma, Teatro Petruzzelli di Bari, Teatro Filarmonico di Verona, Wigmore Hall e Royal Festival Hall di Londra, Gasteig di Monaco, Konzerthaus di Berlino. Ha suonato come solista con orchestre quali Filarmonica della Scala, Münchner Philharmoniker, Royal Philharmonic, sotto la direzione di Lorin Maazel, Fabio Luisi, Riccardo Chailly, Daniel Harding e altri. Nel 2012 ha ricevuto al Quirinale da Giorgio Napolitano il “Premio Presidente della Repubblica”, per meriti artistici e per la sua carriera internazionale. All’attività concertistica affianca l’insegnamento presso la scuola di perfezionamento della Fondazione S. Cecilia di Portogruaro e al Conservatorio “Jacopo Tomadini” di Udine.

A NIGHT ON EARTH by Françoise Gaillard:
In his beautiful essay on photography, Roland Barthes has said that the photograph refers to the thingthat is “the necessarily real which was placed there, before the lens, without which,” he adds, with emphasis, “there would be no photography.” Viewing Barbara Luisi's night symphonies , one wonders: what is the reality found there, which the eye has never seen?
What does one make, for example, of these light tubes fitted into the dark sky of Cologne? To whose kingdom do they belong? Are these the tentacles of some giant octopus whom the night has brought out of its den? Are these the pipes of some mammoth organ? Are these the fingers of a titan? Or, more likely, the fluorescence of urban lighting that grows in the shade of the Cathedral portal? We do not know. Some photographs, Walter Benjamin has said, show shapes, figures and events that are otherwise invisible in the ordinary gaze we carry over them. Barbara Luisi’s photographs go even further. They almost reinvent them. Take the port of Geneva. What aurora borealis radiates from its trembling and fragile luminescence the black horizon? Take New York. What strange architecture, aerial and whirling, rises in spirals above the opaque mass in Central Park? And Oslo. What curious frostflowers grow in its inky sky? And Rome. What ice angel swept his wing to the fountain of Piazza del Popolo, turning its waters to crystal? So the lights of the night, with Barbara Luisi, leech coolness even as they irradiate their nocturnal landscape’s orange hues. In front of each image one pauses, wonders. The titles accompanying the pieces, rather than retaming our gaze, serve only to disconnect us further. How? Is it Paris, Vienna, Rome, Tokyo themselves that give rise to these images of spectral beauty? These cities, these streets, these monuments, we know them, having seen them in particular photos. And yet we do not know them. The more familiar we become with the images, the stranger they become to us, pulled from mystic lands. And yet what we feel is not concern. On the contrary. These are the quiet nights of Barbara Luisi. Nights of magic and the reenchantment of the world. The night makes, it is said, places of silence. Cities photographed by Barbara Luisi belie this accepted belief. They speak. They speak a silent language made in indecipherable signs that form mysterious phrases on the facades of apartments, on the roofs of buildings, on the calm surfaces of rivers. What seeks to tell us of these traced arabesques, drawn as if by an expert hand in calligraphy, which runs on the Ponte Vecchio, which began in the Bay of Beirut, which reflects in the dark mirror in the Port of Geneva? What message does this scriptural record want to deliver us, that seems left by a visitor from another world come to discover Paris? Photography, the etymology of the word indicates, is writing with light. But to light Barbara Luisi adds another dimension: time. That which is given to be seen as the form of illegible writing produced by the spells of the night, is actually the trace or signature of time. Of time passing. Of time that has passed and that has inscribed, overlayed, its movement on the still image. This is the reason for the strangeness that arrests us in meeting Barbara Luisi's photographs. But these luminously surprising impressions have their magic in another movement, without which the passage of time can not be registered, the movement at once random and controlled: the photographer during the shot. Barbara Luisi's cities seem to have been designed for the night; for resonating musically there; for speaking its silence.

 

QUANDO: Mercoledì 18 luglio 2018, ore 18.00 - Auditorium della Fondazione Paolo Grassi

 

 

 

Ultime notizie

Venerdì, 6 marzo | ore 19.00 - Auditorium della Fondazione Paolo Grassi
Recital di Francesco Libetta

Venerdì 6 marzo 2020, ore 19.00 presso l'Auditorium della Fondazione Paolo Grassi è in programma il secondo appuntamento della rassegna concertistica "PIANISTI DEL XXI SECOLO", promossa dal Centro Artistico Musicale "Paolo Grassi" in collaborazione con la Fondazione Paolo Grassi. Protagonista della serata il pianista Francesca Libetta, che interpreterà la Sonata in Do minore di Schubert e la Sonata in Si minore di Chopin Leggi tutto...

Martedì, 25 febbraio 2020 | ore 19.00 - Auditorium della Fondazione Paolo Grassi
"The young Beethoven" con Sandro Cappelletto

Primo appuntamento di un ampio ciclo di incontri, concerti, workshop organizzati per tutto il 2020 per celebrare la vita, la musica e il pensiero del grande compositore di Bonn nel 250° anniversario della sua nascita. Leggi tutto...

Dal 25 febbraio 2020
Nostro fratello Ludwig

Un ampio ciclo di incontri, concerti, workshop organizzati dall'istituzione martinese durante tutto il 2020 per celebrare la vita, musica e il pensiero del grande musicista. Primo appuntamento: " The Young Beethoven" con Sandro Cappelletto, coordinatore del progetto, martedì 25 febbraio alle 19.00 presso l'Auditorium della Fondazione Paolo Grassi. Leggi tutto...

Dal 17 al 19 aprile 2020 - Fondazione Paolo Grassi
Masterclass con O. Sciortino

In programma dal 17 al 19 aprile 2020 una prestigiosa masterclass di perfezionamento pianistico a cura del M° Orazio Sciortino, pianista e compositore. La masterclass rientra nel piano didattico del corso di perfezionamento pianistico istituito con il M° Francesco Libetta per l'A.A. 2020 alla Fondazione Paolo Grassi, ma è aperta anche a musicisti esterni al corso. Termine iscrizioni: 14 aprile 2020 Leggi tutto...

Dal 25 gennaio al 28 maggio 2020
Pianisti del XXI secolo

Al via dal 25 gennaio la rassegna concertistica "PIANISTI DEL XXI SECOLO", promossa dal Centro Artistico Musicale "Paolo Grassi" in collaborazione con la Fondazione Paolo Grassi e il sostegno della Regione Puglia. La rassegna, a cura di Liubov Gromoglasova, vedrà protagonista indiscusso il pianoforte e sei pianisti di fama internazionale provenienti da Italia e Russia, che si esibiranno nell'Auditorium della Fondazione martinese per regalare al pubblico concerti di altissimo livello artistico-musicale tra gennaio e maggio 2020. Leggi tutto...

Iscrizioni entro il 15 febbraio 2020
Accademia del Belcanto "Rodolfo Celletti": aperte le iscrizioni per l'Anno Accademico 2020

Sono aperte le iscrizioni per l'A.A.2020 ai corsi di alto perfezionamento per cantanti lirici dell'Accademia del Belcanto "Rodolfo Celletti", organizzata dalla Fondazione Paolo Grassi in collaborazione con il Festival della Valle d'Itria, il Festival Donizetti Opera e la direzione dei Maestri Alberto Triola e Fabio Luisi. Già sostenuta dal MIBAC attraverso il FUS, l'Accademia "Celletti" vanta il riconoscimento di "Scuola di eccellenza nazionale operante nell'ambito dell'altissima formazione musicale". Per l'anno 2020 sono previste tre sessioni di studio: dal 16 al 30 aprile; dal 9 al 30 giugno; dal 5 all'11 ottobre. Iscrizioni entro il 15 febbraio 2020. Audizioni 2020: a Milano il 27 febbraio; a Berlino il 29 febbraio; a Bari il 9 marzo. Leggi tutto...

Febbraio - Maggio 2020, sede della Fondazione Paolo Grassi
Trio Lab 2020

La Fondazione Paolo Grassi e il Trio "Gioconda De Vito" presentano un laboratorio di musica da camera sperimentale e innovativo di durata annuale, al fine di incentivare lo studio e la passione per la musica da camera, disciplina fondamentale per la crescita tecnica e musicale dei giovani concertisti. Lo studio sarà finalizzato inoltre alla realizzazione di un concerto finale che prevederà l'esecuzione di un brano per trio. Potranno partecipare alle lezioni anche gruppi cameristici già costituiti, dal duo al quintetto, con o senza pianoforte. Scadenza iscrizioni: 27 gennaio 2020. Leggi tutto...

Agenda
<febbraio 2020>
lunmarmergiovensabdom
272829303112
3456789
10111213141516
17181920212223
2425262728291
2345678
Alta formazione musicale
ACCADEMIA DEL BELCANTO INTERNATIONAL MASTERCLASS
Social Network
Info Contatti
Fondazione Paolo Grassi
via Metastasio 20
74015 Martina Franca (TA)
Email: info@fondazionepaolograssi.it

Telefono: +39 0804306763

Soci Fondatori:
Newsletter
Sì, acconsento al trattamento dei miei dati personali da parte di Fondazione Paolo Grassi o.n.l.u.s per l’invio della newsletter contenente informazioni e aggiornamenti. (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n.196 del 30/6/2003)


La presente informativa viene resa in ossequio all'art. 13 del Regolamento 2016/679 (GDPR), ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali) agli utenti che accedono al sito web www.fondazionepaolograssi.it ed è relativa a tutti i dati personali trattati secondo le modalità di seguito indicate.


IL TITOLARE DEL TRATTAMENTO

Il Titolare del trattamento dei dati personali raccolti è FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS Via Metastasio, 20 – 74015 MARTINA FRANCA (Ta)
P. iva 02754360739


DATI RACCOLTI

I dati personali trattati sono raccolti in quanto forniti direttamente dall'interessato o forniti automaticamente.

I dati forniti direttamente dall'interessato sono tutti i dati personali che siano forniti al Titolare del Trattamento con qualsiasi modalità, direttamente dall'interessato. In particolare sono raccolti e trattati i seguenti dati personali:
- EMAIL

I dati raccolti automaticamente sono i dati di navigazione. Tali dati, pur non essendo raccolti al fine di essere associati all'identità dell'utente, potrebbero indirettamente, mediante elaborazione e associazioni con dati raccolti dal Titolare, consentire la sua identificazione. In particolare:
- Indirizzo IP
- Browser e device di navigazione

In seguito all'invio di newsletter, la piattaforma utilizzata consente di rilevare l'apertura di un messaggio e i clic effettuati all'interno della newsletter stessa, unitamente a dettagli relativi all'ip e al browser/device utilizzati. La raccolta di questi dati è fondamentale per il funzionamento dei sistemi di rinnovo implicito del trattamento (vedi la voce Modalità del Trattamento) e parte integrante dell'operatività della piattaforma di invio.


BASE GIURIDICA E FINALITA' DEL TRATTAMENTO

I dati sono trattati esclusivamente per le finalità per le quali sono raccolti, come di seguito descritte.

Utilizziamo i dati forniti dagli interessati per:


- solo in caso di specifico consenso dell'utente, per permettere l'adesione a servizi specifici e ulteriori quali l'invio di future comunicazioni informative e promozionali via mail o mediante strumenti elettronici.

Il conferimento dei dati elencati nella sezione "Dati Raccolti" è obbligatorio per consentire all'utente di accedere al servizio. Per tale ragione il consenso è obbligatorio e l'eventuale rifiuto al trattamento ovvero il mancato, inesatto o parziale conferimento dei dati potrebbe avere come conseguenza l'impossibilità di una corretta erogazione del servizio.

Il conferimento dei dati per le finalità di invio newsletter per scopi promozionali, informativi o di ricerca è facoltativo ed il rifiuto a prestare il relativo consenso al Trattamento darà luogo all'impossibilità di essere aggiornati circa iniziative commerciali e/o campagne promozionali, di ricevere offerte o altro materiale promozionale e/o di inviare all'utente offerte personalizzate.
FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS non fornisce a terze parti nessuna delle informazioni degli utenti senza il loro consenso, salvo ove richiesto dalla legge.

E' in ogni caso esclusa la diffusione e il trasferimento dei dati al di fuori dello spazio UE.


REVOCA DEL CONSENSO

L'interessato può revocare il proprio consenso alla ricezione di comunicazioni promozionali e commerciali immediatamente, inviando richiesta all'indirizzo email INFO@FONDAZIONEPAOLOGRASSI.IT oppure cliccando sull'apposito link di disiscrizione che potrà trovare nel footer di ogni mail promozionale e commerciale ricevuta.


MODALITA' DEL TRATTAMENTO

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti, prevedendo in ogni caso la verifica annuale dei dati conservati al fine di cancellare quelli ritenuti obsoleti, salvo che la legge non preveda obblighi di archiviazione.

Il trattamento dei dati avviene di norma presso la sede della società FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS, da personale o collaboratori esterni debitamente designati quali responsabili del trattamento. L'elenco completo dei responsabili del trattamento e degli Incaricati al trattamento dei dati personali può essere richiesto inviando apposita richiesta all'indirizzo email INFO@FONDAZIONEPAOLOGRASSI.IT

L'iscrizione e il trattamento relativo sono ritenuti validi fino alla disiscrizione da parte dell'utente, presente in ogni email, oppure dopo 12 mesi dall'ultima comunicazione di cui abbia evidenza di interazione diretta (click, apertura, risposta).

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.


DIRITTI DELL'INTERESSATO

Ai sensi dell'art. 7 del Codice della Privacy e dell'art. 13 GDPR ciascun utente ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei suoi dati personali, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intellegibile.

In particolare, l'interessato ha diritto di ottenere da FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS l'indicazione:

1. dell'origine dei dati personali;
2. della finalità e delle modalità di trattamento;
3. della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici/informatici;
4. gli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e delrappresentante designato;
5. dei soggetti e delle categorie di soggetti ai quali i dati possono esserecomunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

Inoltre l'interessato ha diritto di ottenere da FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS

1. l'aggiornamento, la rettificazione ovvero l'integrazione dei propri dati;
2. la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge;
3. l'accesso ai propri dati e cioè la conferma che sia o meno in corso un trattamento didati personali che lo riguardano;
4. la limitazione del trattamento,
5. la portabilità del dato, cioè il diritto di ricevere in formato strutturato i dati personali che lo riguardano;
6. diritto di reclamo all'Autorità di controllo.

Infine l'interessato ha il diritto di opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta. In particolare l'interessato ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano ai fini di invio di materiale pubblicitario commerciale o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. Le richieste di cui ai punti precedenti dovranno essere inviate via email all'indirizzo INFO@FONDAZIONEPAOLOGRASSI.IT


AGGIORNAMENTI E MODIFICHE

FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS si riserva il diritto di modificare, integrare o aggiornare periodicamente la presente Informativa in ossequio alla normativa applicabile o ai provvedimenti adottati dal Garante per la Protezione dei dati personali.

Le suddette modifiche o integrazioni saranno portate a conoscenza degli interessati mediante link alla pagina di Privacy Policy presente nel sito web e saranno comunicate direttamente agli interessati a mezzo email.

Invitiamo gli utenti a prendere visione della Privacy Policy con regolarità, per verificare l'Informativa aggiornata e decidere se continuare o meno ad usufruire dei servizi offerti.