PostHeaderIcon Premio Abbiati 2019 a G.Palella

 

Premio Abbiati 2019 a G.Palella

Giuseppe Palella si aggiudica il XXXVIII Premio Abbiati 2019 come miglior costumista dell'anno per i costumi realizzati per il Festival della Valle d'Itria

Assegnato al barese Giuseppe Palella il XXXVIII Premio della critica musicale “Franco Abbiati” 2019 come miglior costumista dell’anno per i costumi realizzati per il Festival della Valle d’Itria. Con questo riconoscimento all’artista pugliese per la produzione "Giulietta e Romeo" di Vaccaj e per la ripresa dell' "Orlando furioso" di Vivaldi a Venezia dopo il debutto al Festival della Valle d'Itria, diventano nove gli Abbiati legati alla programmazione martinese.

È Giuseppe Palella il migliore costumista in Italia del 2018 secondo la giuria del XXXVIII Premio della critica musicale “Franco Abbiati”: l’artista pugliese, nato a Bari nel 1975, è stato premiato per le produzioni del Festival della Valle d’Itria "Giulietta e Romeo", opera andata in scena l'estate scorsa, e "Orlando Furioso" del 2017, coprodotta con il Teatro La Fenice di Venezia, che l’ha ripresa nel 2018 al Teatro Malibran. Grande soddisfazione è stata espressa dalla direzione del Festival che, attraverso il presidente Franco Punzi e il direttore artistico Alberto Triola, ha rivolto le più entusiastiche congratulazioni a Palella.

L’assegnazione del Premio coinvolge in primo luogo la sartoria del Festival, settore in cui Giuseppina Punzi – scomparsa prematuramente lo scorso marzo – ha rappresentato un punto di riferimento per ogni artista e per le maestranze: un’ulteriore occasione questa, per rivolgere un affettuoso pensiero ad una delle colonne portanti della manifestazione martinese.

Nell’arco di 45 anni di attività il Festival della Valle d’Itria ha ricevuto nove Premi Abbiati, legati alla proprie produzioni. Il Premio, considerato il più autorevole per il mondo della lirica e della musica italiana, è stato assegnato a Lella Cuberli (1982), Mariella Devia (1985) e Patrizia Ciofi (1999) per le loro interpretazioni rispettivamente di Rosina nel Barbiere di Siviglia di Paisiello, di Elvira nei Puritani di Bellini e di Aricia in Ippolito e Aricia di Traetta. Unica voce maschile ad essere stata premiata fino a d’ora è quella di Paolo Coni (1987) per la sua interpretazione di Ezio nell’Attila di Giuseppe Verdi; Guido De Monticelli ha vinto nel 1998 per la regia del Fortunato inganno di Donizetti. La più recente assegnazione risale al 2014 alla compagnia di teatro-danza Fattoria Vittadini per le coreografie nelle produzioni di Armida di Traetta e La lotta d’Ercole con Acheloo di Steffani. Anche il Festival ha vinto il Premio Abbiati come migliore iniziativa musicale nel 1985 e poi nel 2000 per la prima esecuzione in tempi moderni di Roland di Piccini e di Robert le diable di Meyerbeer.
Fra i vincitori della XXXVIII edizione del Premio Abbiati il direttore d’orchestra Antonio Pappano, la regista Deborah Warner, lo scenografo Leslie Travers, il violinista Enrico Onofri, i cantanti Federica Lombardi e Ildar Abdrazakov e il Teatro Comunale di Bologna che, con La bohéme firmata dal regista Graham Vick e diretta da Michele Mariotti, ha ottenuto il titolo di miglior spettacolo del 2018.

La cerimonia di consegna del Premio Abbiati avrà luogo nei prossimi mesi a Bergamo – città natale del critico del «Corriere della Sera» Franco Abbiati – in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Bergamo e il Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo.

*******************
Giuseppe Palella
Completati gli studi artistici con la laurea in Scultura all’Accademia di Belle Arti di Bologna e gli studi musicali di canto lirico presso il Conservatorio “Martini” di Bologna, segue gli studi di recitazione e musica contemporanea presso la Scuola di Musica di Fiesole a Firenze. La formazione sartoriale e di costume è alimentata nel decennio lavorativo presso il Teatro dell’Opera di Roma: un lungo periodo dove l’attività di decoratore ai costumi sarà alternata a quello di assistente alle diverse produzioni di opera e balletto a quella di disegnatore sia per il teatro che per il cinema. Dal 2010 inizia la sua carriera come costumista firmando per il teatro dell’Opera di Roma il suo primo balletto per il Corpo di ballo diretto da Carla Fracci, lo spettacolo Chopin racconta Chopin. Seguono, sempre come costumista, diverse produzioni liriche in diversi teatri italiani ed europei, tra i più rilevanti I Puritani di Bellini per il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino e per il Teatro Regio di Torino, Guglielmo Ratcliff di Mascagni per il Festival di Wexford, riconosciuto e premiato dalla stampa internazionale con il numero di maggiore stelle critiche. Nel 2016 per il Korea Nationl Theatre di Seoul realizzerà come costumista l’opera Orlando finto pazzo di Vivaldi, Rigoletto di Verdi per il teatro di Kiel e Maria di Rudenz di Donizetti per il Festival di Wexford 2016. Nel 2017 è costumista per il Festival della Valle d’Itria e il Teatro La Fenice di Venezia con Orlando furioso di Vivaldi e a Kiel con Guglielmo Tell di Rossini. Nel 2018 per L’Opera di Stato di Budapest ha realizzato i costumi per Un ballo in maschera di Verdi, per il Festival della Valle d’Itria quelli per Giulietta e Romeo di Vaccaj, Cavalleria rusticana e Pagliacci a Kiel e Francesca da Rimini a Tokyo.

 

QUANDO: 15 aprile 2019

 

 

 

Ultime notizie

da giugno a dicembre 2021
Stravinsky & friends

La Fondazione Paolo Grassi, in occasione dei 50 anni dalla morte di Igor Stravinsky presenta il progetto "Stravinsky & friends", un ciclo di concerti, conferenze e approfondimenti in un viaggio alla scoperta delle idee e delle opere più significative del compositore russo e dei compositori a lui più vicini. In programma dodici concerti dedicati ad alcune delle più belle composizioni di Stravinsky e dei suoi "amici" Claude Debussy, Francis Poulenc, Sergei Prokofiev, Darius Milhaud, Nikolay Medtner e Maurice Ravel. All'interno della programmazione anche conversazioni a cura di esperti musicologi, docenti e storici dell'arte, ma anche un laboratorio di visione e critica cinematografica. In programma da giugno a dicembre 2021. Leggi tutto...

dal 17 luglio al 5 agosto 2021
47° Festival della Valle d'Itria

"Fiat lux" è il titolo della 47a edizione del Festival della Valle d'Itria che si svolgerà dal 17 luglio al 5 agosto a Martina Franca: 20 serate di spettacolo che accenderanno le luci dei palcoscenici di Palazzo Ducale, del Chiostro di San Domenico e delle antiche masserie della Valle - nel pieno rispetto dei protocolli anti-Covid - dove si alterneranno i grandi nomi della lirica fra rari titoli d'opera, oratori, recital e concerti sinfonici in un programma ideato dal direttore artistico Alberto Triola e dal direttore musicale Fabio Luisi. Leggi tutto...

dal 31 marzo 2021 - WebTV ore 18.00
Grassi & Strehler

Nell'anno del centenario della nascita di Giorgio Strehler, la Fondazione Paolo Grassi propone un ciclo di incontri a cura di Giovanni soresi dal titolo "Grassi e Strehler, l'arte di fare teatro", che avrà inizio mercoledì 31 marzo alle ore 18.00 con la messa in onda sulla WebTV della Fondazione del primo appuntamento. Leggi tutto...

Dal 17 luglio al 5 agosto 2021
Primi dettagli sul programma della 47^ edizione del Festival della Valle d’Itria dedicato al rapporto tra Napoli e Vienna

A Martina Franca, dal 17 luglio al 5 agosto 2021, la Creazione di Haydn, La Griselda di Scarlatti, L'Angelica di Porpora e la Winterreise di Schubert. Leggi tutto...

Agenda
<giugno 2021>
lunmarmergiovensabdom
31123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
2829301234
567891011
Alta formazione musicale
ACCADEMIA DEL BELCANTO INTERNATIONAL MASTERCLASS
Social Network
Info Contatti
Fondazione Paolo Grassi
via Metastasio 20
74015 Martina Franca (TA)
Email: info@fondazionepaolograssi.it

Telefono: +39 0804306763

Soci Fondatori:
Newsletter
Sì, acconsento al trattamento dei miei dati personali da parte di Fondazione Paolo Grassi o.n.l.u.s per l’invio della newsletter contenente informazioni e aggiornamenti. (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n.196 del 30/6/2003)


La presente informativa viene resa in ossequio all'art. 13 del Regolamento 2016/679 (GDPR), ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali) agli utenti che accedono al sito web www.fondazionepaolograssi.it ed è relativa a tutti i dati personali trattati secondo le modalità di seguito indicate.


IL TITOLARE DEL TRATTAMENTO

Il Titolare del trattamento dei dati personali raccolti è FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS Via Metastasio, 20 – 74015 MARTINA FRANCA (Ta)
P. iva 02754360739


DATI RACCOLTI

I dati personali trattati sono raccolti in quanto forniti direttamente dall'interessato o forniti automaticamente.

I dati forniti direttamente dall'interessato sono tutti i dati personali che siano forniti al Titolare del Trattamento con qualsiasi modalità, direttamente dall'interessato. In particolare sono raccolti e trattati i seguenti dati personali:
- EMAIL

I dati raccolti automaticamente sono i dati di navigazione. Tali dati, pur non essendo raccolti al fine di essere associati all'identità dell'utente, potrebbero indirettamente, mediante elaborazione e associazioni con dati raccolti dal Titolare, consentire la sua identificazione. In particolare:
- Indirizzo IP
- Browser e device di navigazione

In seguito all'invio di newsletter, la piattaforma utilizzata consente di rilevare l'apertura di un messaggio e i clic effettuati all'interno della newsletter stessa, unitamente a dettagli relativi all'ip e al browser/device utilizzati. La raccolta di questi dati è fondamentale per il funzionamento dei sistemi di rinnovo implicito del trattamento (vedi la voce Modalità del Trattamento) e parte integrante dell'operatività della piattaforma di invio.


BASE GIURIDICA E FINALITA' DEL TRATTAMENTO

I dati sono trattati esclusivamente per le finalità per le quali sono raccolti, come di seguito descritte.

Utilizziamo i dati forniti dagli interessati per:


- solo in caso di specifico consenso dell'utente, per permettere l'adesione a servizi specifici e ulteriori quali l'invio di future comunicazioni informative e promozionali via mail o mediante strumenti elettronici.

Il conferimento dei dati elencati nella sezione "Dati Raccolti" è obbligatorio per consentire all'utente di accedere al servizio. Per tale ragione il consenso è obbligatorio e l'eventuale rifiuto al trattamento ovvero il mancato, inesatto o parziale conferimento dei dati potrebbe avere come conseguenza l'impossibilità di una corretta erogazione del servizio.

Il conferimento dei dati per le finalità di invio newsletter per scopi promozionali, informativi o di ricerca è facoltativo ed il rifiuto a prestare il relativo consenso al Trattamento darà luogo all'impossibilità di essere aggiornati circa iniziative commerciali e/o campagne promozionali, di ricevere offerte o altro materiale promozionale e/o di inviare all'utente offerte personalizzate.
FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS non fornisce a terze parti nessuna delle informazioni degli utenti senza il loro consenso, salvo ove richiesto dalla legge.

E' in ogni caso esclusa la diffusione e il trasferimento dei dati al di fuori dello spazio UE.


REVOCA DEL CONSENSO

L'interessato può revocare il proprio consenso alla ricezione di comunicazioni promozionali e commerciali immediatamente, inviando richiesta all'indirizzo email INFO@FONDAZIONEPAOLOGRASSI.IT oppure cliccando sull'apposito link di disiscrizione che potrà trovare nel footer di ogni mail promozionale e commerciale ricevuta.


MODALITA' DEL TRATTAMENTO

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti, prevedendo in ogni caso la verifica annuale dei dati conservati al fine di cancellare quelli ritenuti obsoleti, salvo che la legge non preveda obblighi di archiviazione.

Il trattamento dei dati avviene di norma presso la sede della società FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS, da personale o collaboratori esterni debitamente designati quali responsabili del trattamento. L'elenco completo dei responsabili del trattamento e degli Incaricati al trattamento dei dati personali può essere richiesto inviando apposita richiesta all'indirizzo email INFO@FONDAZIONEPAOLOGRASSI.IT

L'iscrizione e il trattamento relativo sono ritenuti validi fino alla disiscrizione da parte dell'utente, presente in ogni email, oppure dopo 12 mesi dall'ultima comunicazione di cui abbia evidenza di interazione diretta (click, apertura, risposta).

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.


DIRITTI DELL'INTERESSATO

Ai sensi dell'art. 7 del Codice della Privacy e dell'art. 13 GDPR ciascun utente ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei suoi dati personali, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intellegibile.

In particolare, l'interessato ha diritto di ottenere da FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS l'indicazione:

1. dell'origine dei dati personali;
2. della finalità e delle modalità di trattamento;
3. della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici/informatici;
4. gli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e delrappresentante designato;
5. dei soggetti e delle categorie di soggetti ai quali i dati possono esserecomunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

Inoltre l'interessato ha diritto di ottenere da FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS

1. l'aggiornamento, la rettificazione ovvero l'integrazione dei propri dati;
2. la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge;
3. l'accesso ai propri dati e cioè la conferma che sia o meno in corso un trattamento didati personali che lo riguardano;
4. la limitazione del trattamento,
5. la portabilità del dato, cioè il diritto di ricevere in formato strutturato i dati personali che lo riguardano;
6. diritto di reclamo all'Autorità di controllo.

Infine l'interessato ha il diritto di opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta. In particolare l'interessato ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano ai fini di invio di materiale pubblicitario commerciale o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. Le richieste di cui ai punti precedenti dovranno essere inviate via email all'indirizzo INFO@FONDAZIONEPAOLOGRASSI.IT


AGGIORNAMENTI E MODIFICHE

FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS si riserva il diritto di modificare, integrare o aggiornare periodicamente la presente Informativa in ossequio alla normativa applicabile o ai provvedimenti adottati dal Garante per la Protezione dei dati personali.

Le suddette modifiche o integrazioni saranno portate a conoscenza degli interessati mediante link alla pagina di Privacy Policy presente nel sito web e saranno comunicate direttamente agli interessati a mezzo email.

Invitiamo gli utenti a prendere visione della Privacy Policy con regolarità, per verificare l'Informativa aggiornata e decidere se continuare o meno ad usufruire dei servizi offerti.