PostHeaderIcon QUADERNI DELLA FONDAZIONE PAOLO GRASSI - Numero 5

 

QUADERNI DELLA FONDAZIONE PAOLO GRASSI - Numero 5

Quaderni della Fondazione Paolo Grassi – Materiali di Teatro
Direttore Scientifico: Lamberto Trezzini
Numero 5 - Anno 2010
Schena Editore, € 22,00
Estratto dall'Introduzione di Gennaro Carrieri, Direttore della Fondazione Paolo Grassi:
"[...] L’uscita dei nostri Quaderni in concomitanza con il trentesimo anniversario della morte di Paolo Grassi (Londra, 14 marzo 1981) vuole essere anche un invito alla riflessione sui valori che per tutta la vita ne avevano sostenuto l’impegno a realizzare e far vivere in Italia un “teatro d’arte per tutti” e al significato che tali ideali possono ancora avere nella società italiana del XXI secolo. Potrebbe essere doloroso, nel confronto, dover ammettere che siamo vicini come non mai alla possibilità di un fallimento di quei valori e di quelle istanze e, magari, domandarci se valori fondamentali in cui ci siamo riconosciuti non appaiano incompatibili con la stessa sopravvivenza. Prescindendo da visioni un po’ cinematografiche di un cupio dissolvi eroico che sottende quasi una sorta di eccitazione nell’essere gli unici rimasti in piedi a testimoniare la scomparsa di un’arte, di un’idea di civiltà, crediamo che la cosa migliore da fare sia quella di mantenere la propria dignità e continuare nel proprio lavoro anche se buona parte della società sta perdendo di vista la stessa idea di cultura.
Una rivista come la nostra, che si propone da sempre di focalizzare l’attenzione su modelli culturali, economici, organizzativi che possano rinvigorire la presenza e il significato delle arti dello spettacolo nelle società contemporanee, orgogliosamente vuole conservare e accentuare il proprio contributo a ricerche e studi che possano indicare dei percorsi virtuosi a chi volesse prendersi a cuore le sorti del teatro e della musica.
Nel volume che avete in mano è questo il filo conduttore che unisce i diversi contributi, peraltro più numerosi e corposi che mai. Quasi a voler indicare che la vitalità degli studi e delle analisi, affidati come sempre a giovanissimi studiosi, non è venuta meno, anzi. [...]"
INDICE:
- Giovanni Soresi: La passione teatrale. Dialogo Paolo Grassi-Giorgio Strehler.
Un dialogo immaginario, ma basato sulla attenta citazione di scritti, discorsi, interviste che i due fondatori del Piccolo Teatro di Milano, primo teatro pubblico italiano, hanno dedicato alla passione che li accomunò per tutta la vita e messi insieme, con affettuosa consapevolezza, da chi ha avuto la fortuna e l’impegno di lavorare al fianco di entrambi.
- Loredana Manni: Giorgio Strehler regista e protagonista del teatro italiano ed europeo del Novecento. Analisi e confronto tra il teatro in prosa e il teatro in musica attraverso i documenti dell’archivio Carlo Schmidl.
Una ricerca iniziata presso il Civico Museo Teatrale “Carlo Shmidl” dove nel gennaio 2005 è stato istituito il “Fondo Giorgio Strehler” a seguito della donazione alla Città di Trieste dell’Archivio privato da parte delle eredi Andrea Karina Stumpf Strehler Jonasson e Mara Marisa Bugni. Il materiale è giunto attraverso volumi periodici e scatole d’archivio contenenti bozzetti, figurini, manifesti dei suoi spettacoli teatrali che aiutano a conoscere ed analizzare la sua vita, le sue regie teatrali, a conoscere gli attori, i compositori, i direttori d’orchestra, gli scenografi che hanno lavorato per anni a fianco del “gemello artistico” di Paolo Grassi.
- Flaminia Salvemini: Il ruolo della formazione nei festival teatrali.
Qual è il ruolo della formazione nei festival teatrali? Se si pensa ai festival non come a una sommatoria di spettacoli, bensì a quell’insieme ricco e complesso di attività culturali e non che creano quell’atmosfera di immersione tipica della festa il ruolo delle attività formative spesso determina il successo o l’insuccesso dell’evento e quindi la qualità dell’offerta del festival.
- Erika Tedeschi: Il Festival Verdi a Parma tra tradizione e innovazione - Analisi e geografia di un Festival.
L’affermarsi di una nuova cultura che rappresenta la forma innovativa e modificata della tradizione verdiana a Parma non può prescindere dal rilevare il contesto di crisi generale in cui oggi il settore dello spettacolo è oppresso. La ricerca di ‘rimedi’ alla disorganizzazione della cultura, insieme alla prospettiva di progresso, manifestano una sollecitudine verso nuove iniziative da cui ripartire per contrastare la crisi, come quella per esempio del Festival Verdi nato in questo instabile contesto culturale e proiettato verso il futuro come risorsa e strumento di sviluppo di una collettività in deficit di vita culturale.
- Francesca Piccolboni: Per una gestione innovativa dei teatri. Alcuni spunti dall'esperienza francese.
Se la causa principale del deficit delle Fondazioni liriche italiane risiede nell'insostenibilità del costo del personale da parte delle risorse pubbliche, occorre chiedersi se esistano e siano applicabili alla realtà italiana modelli alternativi di organizzazione che prevedano un diverso impiego delle risorse, sia umane che finanziarie, per la realizzazione di concerti e opere liriche.
- Lara De Bellis: She’s got a ticket to ride: a travel along live music business in Italy.
Un viaggio nel business della musica dal vivo, cercando di capire come funziona, come sta cambiando e come appare oggi. E’ incentrato soprattutto sulla situazione italiana, ma è stato considerato anche il quadro globale, parte integrante e non escludibile del gioco.
- Manuela Genghi: Città e cultura. Uno sviluppo urbano basato sulle attività culturali.
Nei casi di Glasgow, Linz e Manchester, la cultura ha rappresentato una grande occasione di rilancio e una base per uno sviluppo duraturo. Sulla scia di esperienze di questo tipo, diverse città italiane, tra cui Terni, hanno cominciato un percorso simile a quelle delle altre città europee, investendo in cultura e tenendo presente che non è tanto l’esaltazione auto-celebrativa del proprio patrimonio culturale la garanzia del successo, quanto piuttosto la re-invenzione della cultura in una prospettiva che si lega più strettamente al tessuto produttivo locale, coniugando l’arte con la tecnologia e l’innovazione, per favorire l’evoluzione competitiva dei sistemi economici locali.
PROGETTO
I SAPERI DELLO SPETTACOLO 2009-2010
Iniziativa promossa dalla Regione Puglia – Assessorato al Mediterraneo
in collaborazione con la Fondazione Paolo Grassi - Onlus

 

QUANDO: Numero 5 - Anno 2010

 

 

 

Ultime notizie

Audizioni: 26 agosto 2020 - Fondazione Paolo Grassi
M° Collaboratori 2020

Sono aperte le iscrizioni per l'A.A. 2020 ai corsi di alto perfezionamento per maestri collaboratori dell'Accademia del Belcanto "Rodolfo Celletti", organizzata dalla Fondazione Paolo Grassi in collaborazione con il Festival della Valle d'Itria e la direzione dei Maestri Alberto Triola e Fabio Luisi. Leggi tutto...


Online la Web Tv

Nasce la Web Tv della Fondazione Paolo Grassi: online video d'archivio, dirette streaming e contenuti di approfondimento nin vista della 46a edizione del Festival della Valle d'Itria. Sabato 4 luglio dalle ore 21 sarà visibile gratuitamente Rinaldo nell'edizione 2018 diretta da Fabio Luisi Da domenica 5 luglio online anche il ciclo di incontri " Mettiamoci all'opera" Dal 4 luglio aperta la biglietteria a Martina Franca Leggi tutto...

Dal 14 luglio al 2 agosto 2020
Festival della Valle d’Itria: la 46a edizione

Dal 14 luglio al 2 agosto a Martina Franca due spettacoli nel segno di Strauss, Il Borghese Gentiluomo diretto da Michele Spotti e Arianna a Nasso diretta da Fabio Luisi, insieme a un ciclo di concerti vocali e strumentali con i migliori belcantisti di oggi. Fra i cantanti Anna Caterina Antonacci, Alex Esposito, Lidia Fidman, Francesco Meli, Sara Mingardo, Jessica Pratt. Paolo Pretti, Carmela Remigio, Luca Salsi, Veronica Simeoni, Xavier Anduaga. In cartellone anche Stefano Massini e cameristi quali Federico Colli, Francesca Dego con Daniele Rustioni, Francesco Libetta. Leggi tutto...

Dal 25 febbraio 2020
Nostro fratello Ludwig

Un ampio ciclo di incontri, concerti, workshop organizzati dall'istituzione martinese durante tutto il 2020 per celebrare la vita, musica e il pensiero del grande musicista. Primo appuntamento: " The Young Beethoven" con Sandro Cappelletto, coordinatore del progetto, martedì 25 febbraio alle 19.00 presso l'Auditorium della Fondazione Paolo Grassi. Leggi tutto...

Audizioni: 22 e 23 luglio a Martina Franca
Accademia del Belcanto 2020

Sono in programma nei giorni 22 e 23 luglio a Martina Franca, durante il 46° Festival della Valle d'Itria, le audizioni per l'accesso ai corsi di alto perfezionamento dell'Accademia del Belcanto "Rodolfo Celletti". Il calendario, rimodulato a fronte dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, prevede due sessioni di studio: prima sessione dal 26 agosto al 9 settembre; seconda sessione dal 19 ottobre al 12 novembre. A queste giornate se ne aggiungeranno altre di work-experience tra novembre e dicembre, durante le quali gli allievi saranno coinvolti in concerti e produzioni musicali ricevendo un contratto di collaborazione e un compenso commisurato all'impegno richiesto. Ulteriori info nel bando. Leggi tutto...

Agenda
<luglio 2020>
lunmarmergiovensabdom
293012345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829303112
3456789
Alta formazione musicale
ACCADEMIA DEL BELCANTO INTERNATIONAL MASTERCLASS
Social Network
Info Contatti
Fondazione Paolo Grassi
via Metastasio 20
74015 Martina Franca (TA)
Email: info@fondazionepaolograssi.it

Telefono: +39 0804306763

Soci Fondatori:
Newsletter
Sì, acconsento al trattamento dei miei dati personali da parte di Fondazione Paolo Grassi o.n.l.u.s per l’invio della newsletter contenente informazioni e aggiornamenti. (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n.196 del 30/6/2003)


La presente informativa viene resa in ossequio all'art. 13 del Regolamento 2016/679 (GDPR), ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali) agli utenti che accedono al sito web www.fondazionepaolograssi.it ed è relativa a tutti i dati personali trattati secondo le modalità di seguito indicate.


IL TITOLARE DEL TRATTAMENTO

Il Titolare del trattamento dei dati personali raccolti è FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS Via Metastasio, 20 – 74015 MARTINA FRANCA (Ta)
P. iva 02754360739


DATI RACCOLTI

I dati personali trattati sono raccolti in quanto forniti direttamente dall'interessato o forniti automaticamente.

I dati forniti direttamente dall'interessato sono tutti i dati personali che siano forniti al Titolare del Trattamento con qualsiasi modalità, direttamente dall'interessato. In particolare sono raccolti e trattati i seguenti dati personali:
- EMAIL

I dati raccolti automaticamente sono i dati di navigazione. Tali dati, pur non essendo raccolti al fine di essere associati all'identità dell'utente, potrebbero indirettamente, mediante elaborazione e associazioni con dati raccolti dal Titolare, consentire la sua identificazione. In particolare:
- Indirizzo IP
- Browser e device di navigazione

In seguito all'invio di newsletter, la piattaforma utilizzata consente di rilevare l'apertura di un messaggio e i clic effettuati all'interno della newsletter stessa, unitamente a dettagli relativi all'ip e al browser/device utilizzati. La raccolta di questi dati è fondamentale per il funzionamento dei sistemi di rinnovo implicito del trattamento (vedi la voce Modalità del Trattamento) e parte integrante dell'operatività della piattaforma di invio.


BASE GIURIDICA E FINALITA' DEL TRATTAMENTO

I dati sono trattati esclusivamente per le finalità per le quali sono raccolti, come di seguito descritte.

Utilizziamo i dati forniti dagli interessati per:


- solo in caso di specifico consenso dell'utente, per permettere l'adesione a servizi specifici e ulteriori quali l'invio di future comunicazioni informative e promozionali via mail o mediante strumenti elettronici.

Il conferimento dei dati elencati nella sezione "Dati Raccolti" è obbligatorio per consentire all'utente di accedere al servizio. Per tale ragione il consenso è obbligatorio e l'eventuale rifiuto al trattamento ovvero il mancato, inesatto o parziale conferimento dei dati potrebbe avere come conseguenza l'impossibilità di una corretta erogazione del servizio.

Il conferimento dei dati per le finalità di invio newsletter per scopi promozionali, informativi o di ricerca è facoltativo ed il rifiuto a prestare il relativo consenso al Trattamento darà luogo all'impossibilità di essere aggiornati circa iniziative commerciali e/o campagne promozionali, di ricevere offerte o altro materiale promozionale e/o di inviare all'utente offerte personalizzate.
FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS non fornisce a terze parti nessuna delle informazioni degli utenti senza il loro consenso, salvo ove richiesto dalla legge.

E' in ogni caso esclusa la diffusione e il trasferimento dei dati al di fuori dello spazio UE.


REVOCA DEL CONSENSO

L'interessato può revocare il proprio consenso alla ricezione di comunicazioni promozionali e commerciali immediatamente, inviando richiesta all'indirizzo email INFO@FONDAZIONEPAOLOGRASSI.IT oppure cliccando sull'apposito link di disiscrizione che potrà trovare nel footer di ogni mail promozionale e commerciale ricevuta.


MODALITA' DEL TRATTAMENTO

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti, prevedendo in ogni caso la verifica annuale dei dati conservati al fine di cancellare quelli ritenuti obsoleti, salvo che la legge non preveda obblighi di archiviazione.

Il trattamento dei dati avviene di norma presso la sede della società FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS, da personale o collaboratori esterni debitamente designati quali responsabili del trattamento. L'elenco completo dei responsabili del trattamento e degli Incaricati al trattamento dei dati personali può essere richiesto inviando apposita richiesta all'indirizzo email INFO@FONDAZIONEPAOLOGRASSI.IT

L'iscrizione e il trattamento relativo sono ritenuti validi fino alla disiscrizione da parte dell'utente, presente in ogni email, oppure dopo 12 mesi dall'ultima comunicazione di cui abbia evidenza di interazione diretta (click, apertura, risposta).

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.


DIRITTI DELL'INTERESSATO

Ai sensi dell'art. 7 del Codice della Privacy e dell'art. 13 GDPR ciascun utente ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei suoi dati personali, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intellegibile.

In particolare, l'interessato ha diritto di ottenere da FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS l'indicazione:

1. dell'origine dei dati personali;
2. della finalità e delle modalità di trattamento;
3. della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici/informatici;
4. gli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e delrappresentante designato;
5. dei soggetti e delle categorie di soggetti ai quali i dati possono esserecomunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

Inoltre l'interessato ha diritto di ottenere da FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS

1. l'aggiornamento, la rettificazione ovvero l'integrazione dei propri dati;
2. la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge;
3. l'accesso ai propri dati e cioè la conferma che sia o meno in corso un trattamento didati personali che lo riguardano;
4. la limitazione del trattamento,
5. la portabilità del dato, cioè il diritto di ricevere in formato strutturato i dati personali che lo riguardano;
6. diritto di reclamo all'Autorità di controllo.

Infine l'interessato ha il diritto di opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta. In particolare l'interessato ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano ai fini di invio di materiale pubblicitario commerciale o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. Le richieste di cui ai punti precedenti dovranno essere inviate via email all'indirizzo INFO@FONDAZIONEPAOLOGRASSI.IT


AGGIORNAMENTI E MODIFICHE

FONDAZIONE PAOLO GRASSI ONLUS si riserva il diritto di modificare, integrare o aggiornare periodicamente la presente Informativa in ossequio alla normativa applicabile o ai provvedimenti adottati dal Garante per la Protezione dei dati personali.

Le suddette modifiche o integrazioni saranno portate a conoscenza degli interessati mediante link alla pagina di Privacy Policy presente nel sito web e saranno comunicate direttamente agli interessati a mezzo email.

Invitiamo gli utenti a prendere visione della Privacy Policy con regolarità, per verificare l'Informativa aggiornata e decidere se continuare o meno ad usufruire dei servizi offerti.